HOME

Chi siamo

Dove siamo

Attivita'

Contattaci

Download

Link utili

Statuto


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile PDF  PDF
No al tabacco
Foto Home

Giornata mondiale senza tabacco 2014.

Messaggio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per tutto il mondo



Ogni anno, il 31 maggio, l'OMS e i partner in tutto il mondo celebrano la Giornata mondiale senza tabacco, evidenziando i rischi per la salute associati al consumo di tabacco e sostenendo politiche efficaci per ridurre il consumo di tabacco.

L'uso del tabacco è la prima causa di morte evitabile a livello mondiale ed è attualmente responsabile del 10% dei decessi di adulti in tutto il mondo.

L'epidemia globale del tabacco uccide quasi 6 milioni di persone ogni anno , di cui più di 600 000 sono non fumatori che muoiono per il fumo passivo .

Se non saranno attuate politiche efficace si prevede che entro il 2030 moriranno ogni anno oltre 8 milioni di fumatori.

Per la Giornata mondiale senza tabacco 2014, l'OMS e i partner invitano i paesi ad aumentare le tasse sul tabacco.

  1. Ridurre il consumo di tabacco salva vite umane
    Ai sensi della Convenzione quadro dell'OMS sul controllo del tabacco (WHO FCTC), i paesi dovrebbero aumentare le tasse e il prezzo sui prodotti del tabacco per ridurne il consumo. La ricerca mostra che l’aumento delle tasse è più efficace nel ridurre il consumo di tabacco tra i gruppi a basso reddito e tra i giovani che iniziano a fumare. Un aumento del prezzo del tabacco del 10% diminuisce il consumo di tabacco di circa il 4% nei paesi ad alto reddito e fino all’ 8% nella maggior parte dei paesi a basso e medio reddito.

    L'obiettivo della Giornata Mondiale Senza Tabacco 2014 è quello di contribuire a proteggere le generazioni presenti e future non solo dalle conseguenze devastanti per la salute, ma anche dalle piaghe sociali , ambientali ed economiche causate dal consumo di tabacco e dall'esposizione al fumo passivo.

    Fonte: World Health Organization http://www.who.int/campaigns/no-tobacco-day/2014/event/en/

 

IL PROBLEMA LOCALE : L’INQUINAMENTO mozziconi di sigaretta

L’inquinamento ambientaleda cicche” non è una questione che può essere trascurata. Può sembrare un problema minore in termini di sostenibilità ambientale, in realtà però questo tipo di inquinamento è in grado di apportare numerosi problemi all’ambiente, soprattutto se consideriamo i tempi che occorrono perché questo” rifiuto speciale” possa degradarsi. I mozziconi di sigaretta sono rifiuti altamente tossici , gli esperti infatti confermano che le cicche di sigaretta sono in grado di provocare gravi danni all’ambiente . Basti pensare che in Italia finiscono a terra in un anno 72 miliardi di mozziconi. Inoltre il 40% dei rifiuti che vengono recuperati nel Mediterraneo è composto proprio da cicche di sigarette.

Esiste quindi un problema legato all’adeguato smaltimento delle cicche.

La difesa dell’ambiente è qualcosa che non può essere ignorata, anche a costo di spendere il triplo per la pulizia delle strade dai mozziconi, come succede a Ferrara.

Sulla questione sono intervenuti anche gli esperti dell’Enea dichiarando come il problema dei rifiuti è correlato alla loro persistenza nell’ambiente, alla loro quantità, all’eterogeneità dei materiali che li compongono e, non ultimo, alla presenza di sostanze tossiche e cancerogene .Il problema va affrontato in maniera sistemica: riduzione della produzione di cicche di sigarette, raccolta differenziata, riciclo dei materiali e recupero energetico.”

Molti comuni italiani in questi ultimi anni si sono attivati per cercare di rimediare a tale aggressione chimica nel loro territorio. Alcune città hanno deciso di intensificare il servizio della vigilanza urbana con degli appositi vigili del “Servizio vigilanza Ecologica”.

Sono piuttosto pesanti le multe che sono state stabilite in alcuni comuni d’Italia per chi fuma e poi lascia i mozziconi per strada. Basti pensare ad alcuni esempi di città italiane, le quali hanno deciso di applicare multe salate:

 

  • Trento, la multa è di 500 euro e non riguarda solo i mozziconi ma si estende a chi getta a terra qualsiasi rifiuto

  • Firenze, la multa arriva a 150 euro

  • Parma, la multa arriva a 300 euro, se colti in flagranza di reato

  • Pollica, provincia di Salerno, multa arriva a 1.000 euro!

  • Milano, la multa arriva a 450 euro

  • Lucca, le multe variano dai 30 ai 150 euro

 

Nel Comune di Cornedo, nel vicentino, si usano anche le telecamere, per riuscire a cogliere sul fatto chi butta le cicche per terra

 

Cosa farà la LILT di Belluno ?

  1. SABATO 24 MAGGIO :

Appuntamento in Piazza Dei Martiri presso il Camper della Salute della LILT

Oltre a fornire materiale di promozione della salute verrà proposta alla popolazione la Spirometria e la Misurazione del monossido di carbonio dai volontari medici ed infermieri dell’Associazione , in collaborazione con la ULSS n.1 di Belluno ( U.O. di Pneumologia -Ambulatorio del Fumo )

  1. UN INVITO PER LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI ED I SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BELLUNO:

E SE VENISSE APPROVATO UN REGOLAMENTO COMUNALE PER CUI E’ PREVISTA UNA SANZIONE ( MULTA ) PER CHI BUTTA I MOZZICONI DI SIGARETTA PER TERRA? VIENE GIA’ FATTO IN PAESI COME IL NICARAGUA E LA COREA DEL SUD…ma anche in comuni del Veneto come Cornedo Vicentino .

Ovviamente con l’impegno delle amministrazioni di predisporre adeguati punti di raccolta dei mozziconi di sigaretta nel territorio comunale, soprattutto nei centri abitati .

 

3) L’APPELLO DELLA LILT DI BELLUNO

 

FUMATORI !!!

fate ogni sforzo per smettere di fumare ed avrete il maggior guadagno di salute immaginabile e comunque comportatevi da persone civili e responsabili: non buttate i mozziconi a terra perché inquinate la vostra città con sostanze tossiche e cancerogene tra le più pericolose con grave danno all’ambiente ( suolo, sottosuolo, corsi d’acqua, piante, animali )

 

Il Vicepresidente della LILT

 

Dott. Della Lucia Spiridione